Chris Coleman respinge l’idea che il Galles faccia parte del Team GB alle Olimpiadi

Chris Coleman respinge l’idea che il Galles faccia parte del Team GB alle Olimpiadi

Parlando in risposta a un problema che è tornato all’ordine del giorno nei giorni scorsi, in parte attraverso Sam Allardyce, il manager inglese, dicendo che crede che il Team GB dovrebbe schierare le squadre di calcio alle prossime Olimpiadi, Coleman ha chiarito di non avere tempo per l’idea.

Ha espresso riserve sulle richieste fisiche extra che un torneo importante avrebbe portato, il Team GB avrebbe predetto “Cherrypick” Gareth Bale o Aaron Ramsey a far parte di una squadra dominata da inglesi e, in un commento che illustrava quanto fortemente il Galles senta di unirsi alle altre nazioni d’origine per competere sotto una bandiera, ha detto: “Non dobbiamo nulla a nessuno”.

Una delle maggiori preoccupazioni tra Il Galles, la Scozia e l’Irlanda del Nord è che gareggiare alle Olimpiadi – qualcosa che è accaduto nel 2012 ma è stato visto da molti come una tantum perché Londra ospitava i Giochi – potrebbe influenzare l’indipendenza delle singole nazioni all’interno della Fifa.Che queste paure siano fondate o no, Coleman ha insistito sul fatto che il Galles non abbia alcun desiderio di immischiarsi con il senso di solidarietà e orgoglio che è stato sfruttato negli ultimi 12 mesi, culminando nel raggiungere le semifinali ad Euro 2016. Facebook Twitter Pinterest Chris Coleman deluso per l’infortunio di Aaron Ramsey

“Una cosa che ci circonda al minuto – e si sente l’odore su di noi – è che i giocatori hanno un’identità”, ha detto il manager del Galles. “Hanno indossato la maglia e la indossano con orgoglio. Questo è tutto ciò che la nostra nazione ha sempre voluto, davvero. Certo, vogliono il successo.Aaron Ramsey salterà la partita di Coppa del Mondo 2018 del Galles contro la Moldavia Leggi di più

“Vogliono vedere una squadra sul campo che, quando escono, la svuotano, per il maglia, per il distintivo e per l’onore.Questo è quello che abbiamo, quindi non c’è bisogno di scherzare con quello. Perché dovremmo anche tentare di scherzarci? Per cosa? Non voglio mettere a repentaglio nulla di ciò che abbiamo, e comunque non dobbiamo nulla a nessuno. “

Coleman crede che non sia nell’interesse dell’Inghilterra neanche avere giocatori che partecipano alle Olimpiadi. Ha detto: “Penso che i nostri ragazzi abbiano molto calcio. Ma non è solo il calcio, è essere al campo, stare via ogni giorno, allenarsi ogni giorno – c’è più pressione, più preparazione. Penso che sia l’ultima cosa di cui hanno bisogno i nostri migliori giocatori e parlo anche dei giocatori inglesi. Non penso che sia giusto per loro. Quindi la nostra posizione non è cambiata.

“Sappiamo che prenderanno solo due o tre dei nostri.In realtà dovrebbe essere chiamato davvero la squadra olimpica d’Inghilterra, perché è quello che sarà. Ma loro cherrypick Bale-o o Ram-bo – perché dovremmo rinunciarci e dire: “Abbassateli, prendete il meglio da loro e poi gettateli indietro quando avete finito con loro.” non pensate che sia giusto per niente. “