Anche adesso, quando Ibrahimovic

Anche adesso, quando Ibrahimovic

Anche adesso, quando Ibrahimovic, 37 anni, parla nella MLS all’estero, viene spesso scritto sulla stampa. Inoltre, gli argomenti sono quasi sempre diversi e sfaccettati – quindi Zlatan ha offeso qualcuno, poi ha aiutato o è stato punito. Ma la cosa più importante per cui uno svedese è sempre amato e apprezzato sono i suoi fantastici obiettivi. I cinque gol più belli segnati dallo svedese saranno discussi nell’ambito di questo materiale.

5. ANDERLEHT – PSG 0: 5
23 ottobre 2013. Bruxelles. Fase a gironi della fase a gironi della Champions League 3

Alla fine di ottobre 2013, il PSG, i cui colori a quel tempo erano difesi da Ibrahimovic, stava visitando Anderlecht in Belgio. L’incontro si è svolto nell’ambito della fase a gironi della Champions League e ha deluso completamente i belgi. Il grande locale “ha bruciato” l’avversario parigino con un punteggio osceno di 0: 5, e Zlatan quella sera è stato fenomenale. A causa dello svedese c’erano quattro gol segnati e ne ha spesi tre nel primo tempo!

La più bella è stata la terza palla di Ibrahimovic nella partita, quando lui, essendo il primo a selezionare, si è schiantato in contatto proprio nel vicino “nove” da circa 25 metri. Il portiere Anderlecht respinge in modo così preciso e, soprattutto, un tiro potente dello svedese non è stato in grado. E quasi nessun altro portiere del pianeta sarebbe in grado di tirare questo tiro.

4. ITALIA – SVEZIA 1: 1
18 giugno 2004. Port. Fase 2 della fase a gironi del campionato europeo

Passarono gli ultimi minuti della partita del secondo turno del girone di Euro 2004 tra Italia e Svezia, in cui i meridionali vinsero minimamente (1-0) grazie a un gol di Cassano segnato nel primo tempo. Gli scandinavi attaccarono violentemente le porte di Buffon, ma ancora non riuscirono. Sembrerebbe che gli italiani abbiano letteralmente incantato il loro “cancello” e non sarebbe realistico colpirlo. Quindi è sembrato giusto fino all’85 ° minuto, quando un vero miracolo calcistico è stato rivelato nel continente da Zlatan Ibrahimovic.

Dopo un angolo dagli svedesi, la palla si è girata nell’area di rigore degli italiani e ad un certo punto è finita nell’area in cui si trovava Ibrahimovic. Tuttavia, colpire Zlatan era estremamente a disagio con il piede o la testa. Qualsiasi altro giocatore di football in una situazione simile inizierebbe a guardare con lo sguardo di un partner, e quindi proverebbe a tirargli la palla sotto attacco, ma non Ibrahimovic! Zlatan, raggruppato, piegò la caviglia e ruotò la palla lungo un percorso incredibile esattamente nell’angolo più lontano della porta. Né Buffon né i difensori potrebbero salvare l’Italia. Queste palle ingegnose non vengono prese, passano alla storia per molto tempo!